(In questa pagina sono presenti suggerimenti di acquisto tramite link di affiliazione: significa che se deciderete di comprare i prodotti consigliati utilizzando tale link, io otterrò una piccola percentuale sulla vendita! Grazie!)

L’ultimo post sulla struttura narrativa circolare ha ricevuto una buona accoglienza, a quanto pare ci sono tanti aspiranti Stephen King o Wilbur Smith tra di voi! Lo trovo stupendo!😍 Ho quindi pensato di continuare a condividere il mio metodo di lavoro nella creazione di una storia, proprio mentre io stessa lo sto applicando per un nuovo progetto in corso di realizzazione (si intitolerà Elysium Burning, in caso vi incuriosisca), concentrandomi questa volta su come creare un personaggio interessante e tridimensionale!

Tra ieri e l’altro ieri ho abbozzato a grandi linee la personalità di ben…*controlla*… dodici nuovi personaggi, e come potrà confermarvi chiunque si sia mai dedicato alla scrittura di una sceneggiatura o di un romanzo, si tratta di una fase di lavoro per nulla facile!

Ecco perché ho deciso di mettere insieme un Questionario Definitivo per dare forma ai miei personaggi, e di condividerlo con voi in modo che possiate usarlo se siete in difficoltà. Si tratta di un processo assolutamente elementare: mettetevi nei panni del vostro personaggio (protagonista, antagonista, personaggio secondario/di supporto) e rispondete alle domande, possibilmente prendendo appunti su un foglio a parte per non dimenticare le vostre decisioni. Naturalmente le domande di base e quelle relative al suo Desiderio e Bisogno sono quelle più importanti, ma rispondere anche a quelle di “contorno” può rendere il vostro personaggio più completo e umano e rivelare aspetti nascosti e meno ovvi della sua personalità e del suo mondo interiore.

Cose da fare prima di iniziare il questionario

  • Prima di cominciare a rispondere alle domande, chiaramente dovete avere già in mente per lo meno una bozza del vostro personaggio, una base da cui partire. Io uso come punto di partenza uno dei famosi dodici archetipi largamente usati nel campo del marketing e basati sulle teorie di Carl Jung: Angelo custode, Sovrano, Creatore, Innocente, Saggio, Esploratore, Eroe, Mago, Ribelle, Uomo comune, Burlone, Amante. Se siete interessati ad un’analisi più approfondita dei dodici archetipi, lasciate un commento qui sotto oppure mandatemi un messaggio su facebook e cercherò di scrivere un articolo prima possibile! Lo trovate qui!
  • Quanti dei vostri personaggi sono uomini e quanti sono donne? Se la vostra risposta è “tutti uomini”, oppure “tutti uomini a parte una donna” (altrimenti detta “sindrome di Puffetta”), è tempo di rivedere qualcosina. Non c’è bisogno di cambiare il carattere e/o i desideri del vostro personaggio: semplicemente cambiate il sesso e il gioco è fatto! Un esempio: female Shepard dalla serie di videogiochi Mass Effect è amatissima dai fans perché è carismatica e competente esattamente quanto male Shepard. Se volete essere più bilanciati, quando create un personaggio lanciate una moneta – avrete il 50% di possibilità che esca uomo o che esca donna. Ricordate il Bechdel test: ci sono almeno due donne? E parlano tra di loro di qualcosa che non riguarda un uomo? Si tratta del minimo sindacale, e voi volete essere grandi narratori, no?😎
  • Ultimo punto: l’aspetto fisico. Normalmente tendiamo a dare ai nostri personaggi caratteristiche simili alle nostre. Quindi se siamo bianchi, rischiamo di creare una bella sfilza di personaggi bianchi come la neve. E questo, in breve, è noioso. Si tratta di un errore che ho commesso anch’io per lungo tempo, e che sto ancora lavorando per liberarmene completamente. Il mondo è bellissimo e interessante perché è vario e pieno di colori e forme diverse, e questo vale anche per gli esseri umani. A fianco dei vostri personaggi caucasici mettete anche neri, orientali, nativi americani, sudamericani… vi aiuterà enormemente anche a crescere come artisti ed evitare la sindrome della “faccia sempre uguale”.
I miei bambini da Reiecta! Per Anvar (a sinistra) ho scelto fattezze decisamente nordafricane, mentre per Kahliq (a destra) ho provato un mix di tratti somatici africani (specialmente le labbra carnose) e un volto nel complesso più orientale

E ora via al questionario! Buon lavoro a tutti!

Cose di base

  • Che creatura è? Essere umano, robot, elfo, nano, gnomo, fantasma, alieno…
  • Come si chiama il personaggio?
  • Chi gli/le ha dato questo nome? C’è un motivo per cui è stato scelto?
  • Soprannomi?
  • Genere? Maschio, femmina, cis, non-binario, trans, altro?
  • Orientamento sessuale?
  • Aspetto fisico?
  • Handicap/malattie/ostacoli fisici?
  • Ha dei super poteri? Se sì, quali sono, come funzionano e da dove vengono?
  • Chi sono i suoi genitori?
  • Vive con qualcuno? E se sì, chi?
  • Dove vive? Com’è la cultura del luogo?
  • E’ single, fidanzato/a, sposato/a, vedovo/a, non interessato/a all’amore o lo sta evitando attivamente?
  • Classe sociale? Reddito alto, basso, medio…?
  • Studia? Se sì, ancora alla scuola pubblica oppure all’università? Se all’università, quale facoltà? Gli/le piace, la odia, gli/le è indifferente, altro?
  • Lavora? Qual è il suo impiego? Gli/le piace, lo odia, gli/le è indifferente, altro?
  • E’ religioso/a? Qual’è la sua fede? E’ praticante?
  • Quali sono i suoi problemi al momento?
  • Qual è il suo più grosso problema?
  • Qual è il suo più grande desiderio? Qual è il suo obiettivo?
  • Ha nemici? Se sì, chi?
  • Quali cambiamenti fondamentali prevedi per questo personaggio entro la fine della sceneggiatura o del romanzo?

Psiche

  • Qual è la sua filosofia di vita?
  • Segue un codice morale? Se sì, quale?
  • E’ particolarmente orgoglioso/a di qualcosa di se stesso/a?
  • C’è qualcosa che vuole nascondere?
  • C’è qualcosa che lo/la preoccupa costantemente?
  • Quali sono le sue maggiori insicurezze?
  • Quali sono le sue posizioni politiche, o comunque nei confronti della società?
  • Conosce altre lingue oltre alla sua?
  • Ammira particolarmente qualcuno, e se sì, chi?
  • Dove si sente a casa?
  • Si sente a proprio agio nelle situazioni sociali?
  • Si sente a proprio agio quando è da solo/a?
  • Si sente a proprio agio mostrando le proprie emozioni?
  • Se potesse cambiare qualcosa di se stesso/a, cosa cambierebbe?

Difetti

  • Ha subito qualche trauma nel passato che potrebbe influenzare il suo comportamento nel presente?
  • Ha una o più fobie, o comunque paure irrazionali di qualcosa?
  • Ha una paura che vuole tenere nascosta?
  • Quali delle sue paure potrebbero relazionarsi in qualche modo col problema affrontato nella trama?
  • Quali delle sue paure sono direttamente causate dal problema affrontato nella trama?
  • Da piccolo/a, la famiglia gli/le ha insegnato che avrebbe dovuto disapprovare qualcosa in particolare? Come si sente nei confronti di tale insegnamento?
  • Cosa potrebbe scatenare una reazione negativa improvvisa in lui/lei (in inglese il meccanismo viene chiamato “trigger” ossia “grilletto”, perché è istantaneo e devastante)?
  • Che cosa non tollera assolutamente?
  • Su che cosa potrebbe litigare e addirittura arrivare alle mani?
  • Di che cosa si vergogna?
  • Quale pregio potrebbe diventare un difetto in certe situazioni? Ad es. gli altri potrebbero approfittarsi di un personaggio molto generoso; o la determinazione di un personaggio potrebbe diventare eccessiva testardaggine…
  • Quale pregio potrebbe causargli/le più problemi di quanti ne risolva?
  • Quale caratteristica gli altri personaggi trovano fastidiosa?
  • Quale caratteristica potrebbe trattenerlo/a o creargli/le difficoltà nel fare qualcosa di importante?

Corpo

  • Ha delle deformità o dei segni particolari/cicatrici?
  • Difetti fisici? Unghie mangiucchiate, capelli arruffati, sopracciglia selvatiche, borse sotto gli occhi, rughe, naso storto o rotto…
  • E’ muscoloso/a, magro/a, grasso/a, alto/a, basso/a…
  • Razza/nazionalità?
  • Colore degli occhi e dei capelli?
  • Età?
  • Stato di salute?
  • Come porta i capelli?
  • Che tipo di vestiti preferisce (se indossa vestiti)? E di che colori?
  • Porta degli accessori? Se sì, quali?
  • Ha dei tic o comunque dei gesti che ripete in determinate situazioni?
  • Quanto mangia mediamente? Molto, poco, nella media?
  • Che tipo di cibo preferisce? Ama mangiare sano o si ingozza di fast food?
  • Ha un odore tipico? E se sì, quale?
  • Cambierebbe qualcosa del suo corpo se potesse? E se sì, che cosa?

Passato

  • Dove e quando è nato/a?
  • Di che cosa si è occupato/ha studiato nel passato?
  • Da bambino/a sognava di intraprendere una certa strada? Se sì, quale, e ci è riuscito/a oppure no? Come si sente al riguardo?
  • Quali sono stati i suoi successi più grandi?
  • E i suoi maggiori fallimenti?
  • Qual è la cosa migliore che gli/le sia capitata?
  • E quale la cosa peggiore?
  • Ha dei rimorsi o dei rimpianti?
  • Che cosa amava fare da bambino?
  • Che cosa odiava fare da bambino?

Personalità

  • Quali sono i suoi vizi?
  • Quali sono le sue virtù?
  • Ha delle caratteristiche/fissazioni bizzarre o insolite?
  • Quali sono i suoi hobby?
  • Cosa lo/la farebbe sorridere – piangere – arrabbiare – calmare?
  • Cosa fa tipicamente quando è felice – triste – arrabbiato/a?
  • Quali sono le sue buone abitudini?
  • E quelle cattive?
  • C’è qualcosa a cui non sa resistere?
  • C’è qualcosa che gli altri non sanno di lui/lei?
  • Ha un talento particolare?
  • Cosa gli/le risulta particolarmente difficile fare?
  • Il tempo atmosferico influisce sul suo umore? Se sì, come?
  • Che cosa farebbe tutto il giorno se potesse?

Relazioni con gli altri

  • Quanti amici ha? E’ una “farfalla sociale” (come dicono gli anglofoni) o preferisce pochi amici ma buoni? O magari è proprio un lupo solitario?
  • Tende a stare meglio con un certo tipo di persone?
  • Chi lo/la aiuterebbe se fosse in difficoltà?
  • Come si comporta mediamente con gli altri? E’ amichevole, freddo/a, generoso/a, apatico/a…?
  • Com’è il suo rapporto con la famiglia?
  • Qual è la persona su cui fa più affidamento?
  • Quali sono le qualità più importanti che deve avere una persona per avere un buon rapporto con lui/lei?
  • Le sue caratteristiche (razza, genere, orientamento sessuale, disabilità…) influiscono sul suo rapporto con gli altri?
  • Che cosa viene spesso frainteso di lui/lei nel suo rapporto col prossimo?
  • E’ una persona aperta oppure nascosta dietro decine di muri? Quanto impiega mediamente per iniziare a fidarsi di qualcuno?
  • Cosa pensa di culture/religioni/filosofie diverse dalla sua?
  • Quali gruppi di persone non gli/le piacciono e per quale motivo?
  • In una relazione tende ad essere dominante e/o attivo/a oppure sottomesso/a e/o passivo/a?
  • Che tipo di reputazione ha?
  • Cosa pensa delle autorità?
  • Possiede un animale domestico/compagno di un’altra specie? Qual è il suo rapporto con questa creatura?

Modo di parlare

  • In che modo parla comunemente? Voce bassa/alta, velocemente, lentamente, scandisce le parole oppure se le mangia…?
  • Tende a imporsi in una conversazione oppure viene sempre ignorato da tutti? O una via di mezzo?
  • Che frasi o modi di dire utilizza spesso?
  • Usa una buona grammatica e/o un buon vocabolario? Oppure parla in modo sgrammaticato?
  • Il suo tono di voce cambia quando sono presenti certe persone? Come, e perché?
  • Ha un accento e/o parla in dialetto?
  • Com’è la “qualità” della sua voce? Roca, stridula, dolce, ruvida…

Situazioni

  • Cinque cose che vorrebbe gli/le accadessero uscendo di casa
  • Cinque cose che ha il terrore che gli/le accadano uscendo di casa
  • Come si preparerebbe per un appuntamento galante (nel caso sia interessato/a all’amore)?
  • Come reagirebbe in un litigio?
  • E in caso di scontro fisico?
  • Come si comporterebbe se avesse un grosso compito da portare a termine in tempi ridotti?
  • Cosa fa quando è annoiato/a?
  • Qual è la sua routine mattutina?
  • Cosa farebbe se improvvisamente ereditasse 5 milioni di euro?
  • Che cosa lo/la imbarazzerebbe particolarmente?
  • Quali sono le sue festività preferite (se ne ha) e perché?
  • Ha delle tradizioni personali o famigliari durante le festività? Le segue fedelmente o le tradisce regolarmente?
  • Se potesse teletrasportarsi ovunque, quale meta sceglierebbe per prima?
  • Qual è stata la peggiore malattia o incidente che lo/ha visto/a coinvolto/a?
  • In che modo preferirebbe morire?
  • Che tipo di morte invece gli/le fa più paura?

Oggetti

  • Un oggetto che tiene sempre vicino a sé?
  • Un oggetto che tiene sempre nella borsa o in tasca?
  • Se ci fosse un incendio e dovesse fuggire immediatamente, qual è il primo oggetto che afferrerebbe per portarlo in salvo?
  • Conserva uno o più oggetti risalenti alla sua infanzia?
  • Possiede uno o più oggetti di grande valore a livello personale (non necessariamente monetario)?

Varie ed eventuali

  • Ha un simbolo che lo rappresenta?
  • Che wallpaper ha/avrebbe su desktop/cellulare?
  • Com’è la sua calligrafia? Filiforme, nervosa, svolazzante, riccioluta, incomprensibile…
  • Com’è la sua firma?
  • Qual è la canzone/tema musicale che tu come autore colleghi con questo tuo personaggio?
  • Quali sono/sarebbero le pagine web salvate nei suoi Preferiti?
  • Ci sono dei suoni che ama particolarmente o lo/la aiutano a concentrarsi?
  • Ci sono dei suoni che odia o trova particolarmente fastidiosi?
  • Quali sono i suoi divertimenti preferiti? Andare al cinema, andare in discoteca, leggere un libro, andare al museo, uscire con gli amici…
  • Quali sono/sarebbero i suoi generi preferiti? Fantasy, storie d’amore, thriller, horror…
  • Quali sono/sarebbero le sue celebrità o figure storiche preferite e perché?
  • Vorrebbe vivere in un momento storico diverso dal suo? Se sì, perché?
  • Qual è il suo mezzo di trasporto preferito, o comunque quello che usa più comunemente?
  • Qual è il suo colore preferito?
  • Qual è il suo genere musicale preferito?

Avete idee per altre domande da aggiungere alla lista? Lasciate un commento qui sotto!😊

[La scultura in legno usata per il titolo di questo articolo appartiene all’artista Marc Bourlier]

Continua la lettura!

Manuali consigliati per approfondire

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici! Grazie! 🙂

Vuoi darmi una mano?

I miei contenuti sono frutto della mia passione sconfinata per l'arte, la letteratura e la cultura in generale. Se li avete trovati utili o interessanti, considerate l'idea di comprarmi un caffé ogni tanto! Oppure, se volete essere i miei supereroi, potreste anche valutare l'idea di diventare miei patrons (ossia "mecenati") su Patreon! Non c'è un minimo stabilito per l'offerta mensile, potete donare anche solo un euro! Grazie mille!

2 Comments

  1. I would love to be able to share this to other artists! I used Google Translate to switch it from Italian to English, but I teach professional illustration here in the US… And I would live a copy of this as source material for classes.

    1. Thank you, I’m glad you appreciated my post! The article is a bit long and at the moment I don’t have much time to translate it properly, but I’m definitely considering the possibility! In the meantime feel free to use it as source material, if the automatic translation is not a complete mess 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *